Cos’è Bel-Ami?

Il Circolo è un’associazione senza scopo di lucro, con sede a Roma, che persegue interessi di natura culturale. Continua…

Quali attività?

Gli eventi del Circolo si svolgono generalmente una volta al mese e sempre di sabato in orario serale. Continua…

Come partecipare?

Il Circolo Bel-Ami è aperto a chiunque desideri esprimere e condividere le proprie potenzialità artistiche. Continua…

Currently viewing the category: "Recensioni"

Premessa necessaria per evitare che il mio entusiasmo sia frainteso: non sono una professoressa di Lettere con funzione di vicepreside, di quelle che secondo Amleto De Silva leggono e lodano qualunque fesseria in forma di libro

Continua...

Profezia è predire il presente poiché il vero profeta rivela un’esigenza latente nell’uomo contemporaneo e lascia che essa affiori come bisogno dall’anima.

Continua...

di Ilaria Rinaldi

Marzo a Monaco, non è la nostra primavera. Cammina, perdendosi nelle viuzze dietro la stazione, quasi a proteggersi dal freddo di quegli spazi aperti, o da quella lingua così pungente… come mai aveva percepito; è straniera e appena arrivata in Germania.

Continua...

Concorso letterario “Dieci parole”

“Al contadino non far sapere quant’è buono il formaggio con le pere” recita un vecchio adagio della tradizione popolare; sulla bontà del formaggio accompagnato al miele non c’è invece da far mistero e così il Circolo letterario Bel-Ami non si fa scrupolo di servire tale primizia ai partecipanti della serata organizzata […]

Continua...

Talvolta l’esistenza ripiega su se stessa e sbarra il passo alla mera accettazione del reale. Questo avviene nelle intense parole di Iago, nel suo doloroso colloquio con Dio, lontano e disinteressato, eppure presente, inesorabile ragione dell’essere nel mondo.
Attraverso la morte si riflette un’immagine destinata a svanire: la pietra conserva un’effige, un segno di […]

Continua...

All’intimismo che pervade Il dubbio (Seneca Edizioni, 2005) fa eco il risuonare d’una condanna comune, rintocco di perdizione per gli schiavi di una civiltà decadente, costellata di figure emblematiche, uomini perduti nei vacui contorni dell’apparenza.
“Ignoranti e senza conoscenza, che annaspano come naufraghi in un mare di detriti” i più “venerati da amici, tarlati […]

Continua...